Home page

I grandi classici

Film per tutti i gusti

Al cinema

Film per tutte le occasioni

Cinema per i più piccoli

Uscite DVD e film consigliati

Serie TV

sabato 11 marzo 2017

Marie Antoinette: un ritratto frivolo spumeggiante della Regina bambina

http://www.rogerebert.com
Cari amici,
come spesso mi succede in occasione della festa della donna ho riscoperto questo film che non
vedevo da un po'. So che sono in ritardo ma penso che la storia di questa grande e famosa regina bambina   raccontata in questa versione un po' "pink rock"firmata Sofia Coppola vada vista.
Tra  i dettagli da ricordare l' oscar  per i costumi 2006 per l'italiana Milena Canonero veramente meritato. I vestiti, infatti, sono fantastici il vero cuore del film, vi porteranno a una corte di Francia supercolorata e sfarzosa dove la parola d'ordine è eccesso e lusso.Nel cast anche un giovane  Jamie Dornan  agli esordi quando era oslo un bel faccino tra tanti.
Potete trovare la recensione qui sotto o sulla pagina FILM PER TUTTE LE OCCASIONI  nella sezione FESTA DELLA DONNA.

A presto


La storia della regina più famosa e frivola
A tutti quelli a cui piacciono gli sfarzi della vita di corte  e i party

Maria Antonietta d’Austria viene concessa in matrimonio a Luigi XVI ben presto la corte di Francia diventa la sua casa dove annoiata e frustrata dalle mancate attenzioni del marito si perde tra feste e frivolezze eccessive.
Sofia Coppola ha rappresentato la corte di Francia come un susseguirsi di feste, alcool, dolci e bagordie fino alle ore piccole.  La colonna sonora è moderna, allegra e nonostante non sia consona al periodo storico, non stona ma dà un ritmo incalzante e coinvolgente.  Quella di accostare dettagli moderni ad ambientazioni d’epoca ricorda molto regista Baz Lhurman che ha fatto dei suoi” mix temporali” un vero e proprio marchio di fabbrica.
Maria Antonietta viene rappresentata come una bambina viziata e immatura con un velo di  tristezza e infelicità. Un ritratto che probabilmente, secondo le fonti storiche, non si allontana molto dalla realtà.
Il vero punto di forza di questa pellicola sono, però i costumi. Oscar nel 2006 per l’italiana Milena Canonero. I Vestiti sono sgargianti,con colori fluo, un inno all’ eccesso con una grande cura per i dettagli,; cappelli sfarzosi e scarpe con lustrini semplicemente deliziose tanto da far desiderare  alle spettatrici più modaiole  di indossarle dimenticando le ambite "Lobouitin".
Nel cast da ricordare la protagonista è Kirten Dunst ed , un bravo Jason Schwarzmann nei panni di Luigi XVI. Asia Argento impersona Madame Du Barry ed  un Jamie Dornan alle prime armi davanti alla camera da presa è l’affascinante Conte di Fersen.

Film frivolo, colorato e spumeggiante.

Nessun commento:

Posta un commento

Etichette