Home page

I grandi classici

Film per tutti i gusti

Al cinema

Film per tutte le occasioni

Cinema per i più piccoli

Uscite DVD e film consigliati

Serie TV

FILM PER TUTTE LE OCCASIONI

SPECIALE NATALE

"





MIRACOLO NELLA 34 STRADA (1994)
www.ilcancello.com
in perfetto stile natalizio.
La piccola Susan è stata educata dalla madre single,  a non credere a babbo natale  ma le sue sicurezze verranno messe in dubbio da Kris Kringle, assunto dalla catena di magazzini Cole per interpretare santa Claus. La sua incredibilie somiglianza con Babbo natale e una serie di inspiegabili coincidenze convinceranno la bambina e la madre.
Film  che trasmette una gran voglia di credere nelle figure del natale e di lottare per difenderle. 
 Tutto è incentrato sulla capacità di "believe" cioè credere anche a ciò che non si può vedere. Remake dell'omonimo film degli anni 40; quest'edizione è forse un po' troppo americana e zuccherosa  piena di sentimenti di gioia e bontà ma  in perfetto stile natalizio.



LA VITA E' MERAVIGLIOSA



Da vedere in famiglia la vigilia o il 25 dicembre, magari davanti al camino e una fetta di panettone, per assaporare il vero e genuino spirito del natale.
www.mymovies.it


La notte di natale  George Bailey,uomo buono e onesto, disperato per i debiti accumulati cerca di togliersi la vita me riceverà la visita di un angelo che lo aiuterà a capire quanto lui sia importante per molte persone.
Pellicola del 1946 diretto dal grande Frank Capra  e tratto dal  racconto The Greatest Gift di Philip Van Dore.


 Il protagonista James Stewart ebbe la nomination all'oscar nel 1947.
Film di natale per eccellenza, un vero capolavoro in bianco e nero. Un grande classico che scalda il cuore, riesce con semplicità a trasmettere buoni sentimenti e fa riflettere sull'importanza dell'amore. Troppo spesso si pensa solo al denaro ma la ricchezza più grande è l'amore : sono i piccoli gesti delle persone che gli  vogliono bene e le sue  tante opere buone  che aiutano George Bailey a capire che la vita è veramente preziosa e  meravigliosa.
Da vedere in famiglia la vigilia o il 25 dicembre, magari davanti al camino e una fetta di panettone, per assaporare il vero e genuino spirito del natale.


IL GRINCH

www.mymovies.it
  se volete sapere da dove venga la storia del grinch.
Nel paese di Chinonso il natale è l'evento più importante dell'anno, i suoi abitanti stanno preparando la grande festa ma i loro piani verranno sconvolti dall'arrivo del Grinch, dispettosa e verde creatura che odia le festività ma con l'aiuto della piccola Cindy il Grinch capirà il vero significato dell'evento.
Straordinaria interpretazione quella  di Jim Carrey che veste i panni del protagonista. Il suo personaggio è diventato talmente famoso che nel gergo comune spesso si usa definire "grinch" una persona cinica e che non ama  il natale. Simpatico film di fantasia che crea un mondo a se stravagante e abitato da strani personaggi con il naso in su e le orecchie a punta  e ricorda un po' altri prodotti precedenti come "Edward Mani di forbice". L'eccesso negli addobbi della città, la tracotanza di luci, colori e regali   sono una parodia del consumismo. La diversità è un altro tema presente ma non una novità nel mondo cinematografico: proprio l'omino verde considerato da tutti un mostro si rivelerò più umano di tutti aiutandoli a capire l'importanza dell'amore.
Simpatico e breve filmetto niente di speciale se volete sapere da dove venga la storia del grinch.


THE FAMILY MAN

Da vedere se avete una gran voglia di metter su famiglia  e avete bisogno di un incoraggiamento.




Jack Cambpell, ricco e arrogante   uomo di successo, innamorato solo del suo lavoro la notte della vigilia riceve la visita di un angelo che gli farà vivere per qualche giorno la vita che avrebbe avuto se  non avesse lasciato la sua fidanzata per partire per Londra:  il protagonista si ritroverà così sposato con figli, sperimenterà la vita di un uomo comune  con tutti i problemi e  e le gioie  di una famiglia.
Commedia americana delle coincidenze in stile "sliding doors".Al protagonista viene data una seconda possibilità per rimediare ai suoi errori.  La scelta affetti personali  o carriera  è un tema comune e non nuovo ma sicuramente l'ambientazione natalizia,  e un Nicolas Cage nei panni di provetto papà fanno di questo, un film che non può mancare nella videoteca degli inguaribili romantici.
Da vedere se avete una gran voglia di metter su famiglia  e avete bisogno di un incoraggiamento.


MARY POPPINS

La bizzarra tata volante che “con un poco di zucchero” porta la serenità e il buon umore a grandi e piccini
 
Per tutti quelli che hanno nostalgia dei grandi classici musicali disney in tecnica mista

I coniugi Banks sono disperati perché non trovano una tata che sia in grado di tenere a bada i loro figli: Jane e Michael. Il marito, George, decide allora di pubblicare un’inserzione sul Times ma all’ audizione si presenta solo la stramba Mary Poppins. La bambinaia sicura e determinata, insieme al suo amico, lo spazzacamino tuttofare Bert, accompagna Jane e Michael in avventure straordinarie e uniche.  Con le sue canzoni e i suoi insegnamenti, rende felici i bambini e riporta la serenità in famiglia.
Film del 1964 tratto dalla serie di romanzi scritti da Pamela Lyndon  Travers  e sceneggiaiato da  Bill Walsh e Don da Gradi. Vinse ben 5 oscar:  musiche (di Richard M. e Robert B. Sherman), la canzone “Chim, chim cheree”, montaggio, effetti speciali e miglior attrice protagonista (Julie Andrews).
Questo film lanciò la carriera di Julie Andrews(Mary Poppins) che fino ad allora, si era solo esibita  in serie televisive (e a quanto pare il ruolo di bambinaia le ha portato fortuna visto che ha interpretato questa parte anche in "tutti insieme appassionatamente").Qui l’attrice ha avuto modo di esibire il suo straordinario talento poliedrico di attrice, cantante e ballerina.
Da ricordare anche il simpatico e strambo Bert  interpretato da Dick Van Dycke. Lo spazzacamino tuttofare che danza, canta e disegna  mentre viaggia con Mary in mondi unici . Un ruolo completo che richiedeva una grande abilità tanto che per questa parte nei casting  furono presi in considerazioni attori del calibro di Fred Astaire e Cary Grant.
 Realizzato in tecnica mista (cioè un metodo allora innovativo con cui cartoni ed esseri umani sembrano interagire tra loro),  è un tripudio esplosivo di musica, allegria , colore e risate.
Il vero segreto dell’enorme successo di questo film disney  è, però,  la colonna sonora. La maggior parte dei dialoghi sono, infatti,  ritornelli in  rima, melodie orecchiabili   con o senza senso che diventano veri e propri e tormentoni che entrano nella mente degli spettatori  dall’infanzia all’età adulta. Chi non ricorda, per esempio,  lo scioglilingua incomprensibile “supercalifragilisichespiralitoso” o “basta un poco di zucchero..”?.
Un classico Disney   intramontabile da rivedere e rivedere a tutte le età.  Un volo aggrappati a un ombrello in un mondo fantastico fatto di semplicità e bontà con la tata che tutti vorremmo aver avuto.

            



LOVE ACTUALLY

Per tutti  quelli che sono un po' giù e questo natale vogliono sentire l'amore nell'aria!

www.houssymovies.wordpress.com
"Film puzzle" composto da   tante storie  tutte ambientate nel mese di dicembre a Londra, diverse tra loro ma accomunate dal''amore: è questo il "fil rouge" della storia come dice il titolo: l'amore davvero. E' presente in tutte le sue sfaccettature: c'è la gelosia, l'amore non corrisposto, il tradimento, la passione, l'infatuazione....
Il cast è di tutto rispetto e di talento : si passa dalla comicità  di Rowan Atkinson (alias mister Bean), allo humor tutto inglese di Hugh Grant, alla leggiadria di Keira Knightely,  alla bravura di Emma Thompson, alla compostezza di Colin Firth. Il tutto accompagnato da un'azzeccata colonna sonora:  le parole della famosa canzone dei Wet Wet "love is all around" sono qui cambiate in "christmas is all around", ritornello orecchiabile che nel film è cantato da un eccentrico e volgare  vecchio rocker che cerca ,con questo motivo, di lanciare il suo nuovo disco.
Pellicola corale e originale che rappresenta le tante facce dell'amore ma senza essere mieloso o malinconico grazie a un sapiente mix di battute divertenti, scene brevi, gag e momenti romantici.
Per tutti  quelli che sono un po' giù e questo natale vogliono sentire l'amore nell'aria!


LE 5 LEGGENDE"
finalmente il cartoon di natale che fa sognare







www.comingsoon.it




 

 Babbo natale riunisce il coniglio pasquale, la fata del dentino, "sandman" (l'uomo dei sogni) e la "new entry" Jack Frost per combattere la minaccia dei bambini per eccellenza: l'uomo nero. Film d'animazione  tratto dai guardiani dell'infanzia  e l'uomo sulla luna di Joyce e prodotto da Dreamworks. Finalmente un cartoon per bambini che fa sognare: nelle 5 leggende ritroviamo  i miti dell'infanzia in cui tutti i piccoli vogliono credere, in cui, soprattutto, oggi  hanno bisogno di credere.Il film rispolvera le  leggende tradizionali e le rielabora con le nuove tecnologie 3d e 2d. La vera pellicola di natale che non si vedeva nelle sale dai tempi dei grandi classici Disney. La dreamworks con  questa produzione tocca il cuore dei bimbi  e li rassicura dalle loro principali paure.  Fiaba della buonanotte che preserva  " i guardiani  della fantasia"  e fa sognare.



THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS




www.mymovies.it
Consigliato a chi vuole vedere qualcosa di diverso dai tanti  zuccherosi film di natale e ha nostalgia di  Halloween! 
Jack Skeletron re del paese di Halloween abitato da mostri e streghe  è infelice e annoiato dei soliti rituali  finchè una notte passeggiando lontano dal villaggio con il cane fantasma zero scopre il Paese del Natale, affascinato da questo nuovo mondo colorato e allegro decide di portare la festa nella sua città e di prendere il posto di babbo natale ma la situazione gli sfuggirà di mano.
Capolavoro Burtoniano prodotto dalla Disney in collaborazione con la Touchton pictures.
La cosa curiosa,  che molti nono sanno, è che  a Burton l'idea di questa sceneggiatura  venne guardando un negoziante che toglieva le decorazioni di Halloween per sostituirle con gli addobbi natalizi; da lì creò una poesia da cui poi si è  tratto il lungometraggio. La Disney all'inizio non capì la genialità della sceneggiatura dello strambo regista perchè lontana dai loro abituali prodotti; solo  più avanti, grazie  alla collaborazione della Touchton pictures, decise di produrre il film.
I personaggi realizzati a computer sono originali e unici, Tim crea un nuovo modo di fare film d'animazione.
Il mondo cupo e grigio popolato di scheletri, streghe e mostri si intreccia  a quello colorato e gioioso del natale come non si era mai visto, per la prima volta  unisce i due mondi senza seguire gli stereotipi. Siamo, infatti,  abituti a vedere "christmas's movies"che parlano di amore e bontà o paurosi "halloween's movies" pieni di vampiri e fantasmi ma mai insieme.
Nell'edizione italiana  la colonna sonora di Renato Zero  è veramente degna di nota e ha avuto un grande successo.
Consigliato a chi vuole vedere qualcosa di diverso dai tanti  zuccherosi film di natale e ha nostalgia di Halloween! 



www.mymovies.it

TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE
Da vedere con tutti, famigliari e amici se avete una gran voglia di cantare in compagnia.
La storia è ambientata in Austria nel 1938,  Maria è una suora novizia dell’abbazia di Strasburgo, considerata dalla madre superiora troppo vivace per l’austera vita monacale,  viene invitata a lasciare il convento per diventare governante dei 7 figli dell’algido  Capitano di Marina Von Trapp. L’uomo, rimasto vedovo, ha educato i figli secondo le severe regole della vita militare incutendo nei bambini timore e rispetto.
Maria riesce a instaurare un tenero rapporto di amicizia con i ragazzi  e venendo meno alle rigide regole del Capitano, insegna loro a cantare e divertirsi. Nonostante il padre all’inizio non approvi i metodi della giovane governante dovrà poi ricredersi; infatti la donna riuscirà a far breccia nel freddo cuore dell’uomo che si innamorerà di lei.
Film musicale del 1965 liberamente tratto dal libro   "The Trapp Family Singers" di Maria Augusta Trapp, che ebbe un grandissimo  successo superando, sul mercato nordamericano, gli incassi da primato di “Via col Vento”.  Il film vinse ben 5 oscar: film, regista, montaggio e adattamento musicale (Irwin Kostal). E’ uno dei musical più conosciuti: I dialoghi cantati sono orecchiabili e unici per la loro semplicità ,  a tanti è capitato, da bambini, di canticchiare alcuni dei brani più famosi della versione italiana (come,  per esempio, il pezzo in cui vengono elencate le note musicali). Julie Andrews dimostra di avere un grande talento alternando con equilibrio  e bravura  canto e recitazione. Non è la prima volta che l ‘attrice interpreta il ruolo di bambinaia: infatti, l’anno prima (1964) , è stata protagonista di “Mary Poppins”, spettacolare film cantato, in tecnica mista, firmato Walt Disney,  che l’ha resa famosa.
Pellicola molto zuccherosa  ma indimenticabile, che  è entrata nel cuore di tutti, il classico  film per tutta la famiglia per eccellenza.
 Da vedere con tutti, famigliari e amici se avete una gran voglia di cantare in compagnia.


 L'AMORE NON VA IN VACANZA
www.mymovies.it


Se andate in vacanza durante le feste e sperate di trovare l’amore!
Amanda vive a Los Angeles,  è il capo di una società che produce trailer cinematografici  e ha appena lasciato il fidanzato fedifrago, Iris è una giornalista a Londra innamorata di un collega che la illude ma non la ricambia. Due donne molto diverse ma entrambe vittime  di una delusione amorosa e sole, si conoscono tramite internet e decidono di scambiarsi le case per le vacanze di natale.  Così Amanda si trasferisce nel’innevato Surrey, paesino di campagna vicino a Londra, qui conosce l’affascinante fratello di Iris  e se ne innamora. Iris, invece, nella soleggiata Hollywood   conosce un compositore, collega di Amanda e un forte sentimento nasce tra i due; insieme aiutano un divertente  vecchio sceneggiatore in pensione (il 91enne E.Wallach)  a ritrovare fiducia in se stesso.
Commedia romantica e divertente del “tutto può succedere”; le  2 protagoniste sono  interpretate da una spiritosa Cameron Diaz (Amanda) e da una brillante Kate Winslet (Iris). Nel film c’è  un omaggio al mondo del cinema hollywoodiano;tanti sono i riferimenti: dalla voce fuori campo che ossessiona Amanda ricordandole i trailer da lei prodotti, al vecchio sceneggiatore in pensione, al compositore di colonne sonore… viene ricreata una vera e propria troupe cinematografica.
Pellicola  spiritosa in cui il natale fa solo da sfondo e non è protagonista della scena, senza eccessi di romanticismo e clichè : un invito  a cambiare aria e aprirsi a nuove possibilità che fa breccia nei cuori delle donne.

Se andate in vacanza durante le feste e sperate di trovare l’amore!



LE 5 LEGGENDE"
finalmente il cartoon di natale che fa sognare






www.comingsoon.it




 

 Babbo natale riunisce il coniglio pasquale, la fata del dentino, "sandman" (l'uomo dei sogni) e la "new entry" Jack Frost per combattere la minaccia dei bambini per eccellenza: l'uomo nero. Film d'animazione  tratto dai guardiani dell'infanzia  e l'uomo sulla luna di Joyce e prodotto da Dreamworks. Finalmente un cartoon per bambini che fa sognare: nelle 5 leggende ritroviamo  i miti dell'infanzia in cui tutti i piccoli vogliono credere, in cui, soprattutto, oggi  hanno bisogno di credere.Il film rispolvera le  leggende tradizionali e le rielabora con le nuove tecnologie 3d e 2d. La vera pellicola di natale che non si vedeva nelle sale dai tempi dei grandi classici Disney. La dreamworks con  questa produzione tocca il cuore dei bimbi  e li rassicura dalle loro principali paure.  Fiaba della buonanotte che preserva  " i guardiani  della fantasia"  e fa sognare.







TUTTI INSIEME INEVITABILMENTE
Se non sopportate i riti famigliari natalizi e vorreste tanto trovare una scusa per evitarli.
Brad e Kate sono una felice e spensierata coppia californiana, vivono insieme  senza essere sposati perché entrambi non vogliono impegnarsi seriamente e evitano  di frequentare i famigliari per non avere interferenze.

www.screenweek.it

Durante il periodo natalizio i due ragazzi partono sempre per una vacanza, spacciandola per una missione umanitaria per sfuggire ai tradizionali riti dei loro parenti, ma quando il volo per il  loro ennesimo viaggio esotico viene sospeso all’ultimo minuto vengono intervistati da una giornalista televisiva; così i genitori vengono a conoscenza della loro presenza in città e li obbligano  a fare loro visita.
Così i due si trovano a dover partecipare a ben 4 feste natalizie (entrambi, infatti, hanno i genitori separati) che metteranno a dura prova la loro relazione.
Divertente commedia senza troppe pretese; i due protagonisti, Resee Witherspoon e Vince Vaughn,  hanno fatto di meglio.
Le gag comiche delle 4 bizzarre famiglie e alcune battute spiritose,  riescono a strappare qualche risata e salvano il film dalla banalità e ripetitività dello stereotipo della commedia americana.
Un film simpatico e frivolo, un po’ di leggerezza da inserire nella “maratona cinematografica” natalizia. 
 Se non sopportate i riti famigliari natalizi e vorreste tanto trovare una scusa per evitarli.


IL CANTO DI NATALE DI TOPOLINO


Per far conoscere ai bambini il tradizionale testo di Dickens


www.filmscoop.it
Cortometraggio animato prodotto dalla Walt Disney pictures  nel 1983, tratto dal racconto di Charles Dickens “Canto di natale”(1843).  L'avaro e gretto Ebenezer Scrooge (qui Paperon de Paperoni) ha passato la vita pensando solo al denaro e a come farne di più, senza curarsi delle persone che lo circondano. La notte della vigilia di natale gli appare in sogno il fantasma di Jacob Marley (Pippo),  suo socio in affari morto sette anni prima, egli è costretto a portare pesanti catene per l’eternità a causa della sua avidità, lo avverte della visita di tre spiriti e gli consiglia di dare loro ascolto.

I fantasmi dei natali passati( grillo parlante),  presenti (Willie il gigante) e futuri (Gambadilegno) mostrano a Scrooge, rispettivamente, come è stata, è e sarà la sua vita egoistica senza amore e amicizie. Al suo risveglio, il mattino di natale, Scrooge è un uomo nuovo;  porta doni alla famiglia del  suo povero e sottopagato segretario Bob Cratchit (Topolino), va a trovare  il nipote che ha sempre ignorato (Paperino) e  fa beneficenza, ha capito che la ricchezza non serve a nulla se si è soli senza nessuno con cui condividerla.

Film d’animazione tradizionale realizzato ancora con disegni a mano e senza l’apporto della computer grafica,  è, a mio parere, la migliore delle tante trasposizioni cinematografiche del testo di Dickens. La disney ha riunito tutti i suoi personaggi più famosi per raccontare con semplicità e fantasia uno dei racconti sul natale più conosciuti.  Cartoon  che riassume i più sinceri sentimenti natalizi, perfetto, breve  “ cine- racconto” della buonanotte, da vedere con i bambini la sera della vigilia per andare  a dormire presto  pronti per l’arrivo di Babbo natale.





PICCOLE DONNE (1994)

Per  tutte le bambine che sono diventate “grandi donne”  leggendo il libro della Alcott

www.movieplayer.it
Il  film è tratto dal libro “Piccole donne” di Louisa May Alcott del 1868 e in parte, da“Piccole donne crescono”.

Il signor March parte per la guerra civile lasciando la moglie e le quattro figlie adolescenti : Margareth (detta Meg), Josephine (detta Jo), Elisabeth (detta Beth) e Amanda ( detta Amy), la famiglia March si trova a dover affrontare difficoltà economici a causa della guerra ma questo non impedisce alla quattro sorelle  di essere serene e felici.

La storia narra tutte le fasi di crescita delle ragazze , dalle rivalità adolescenziali ai problemi sentimentali,  accompagnate dai saggi insegnamenti della madre,la signora March.

Personaggio fondamentale della storia è il vicino Theodore Lawrence (soprannominato Laurie), il ragazzo orfano vive con il nonno(il benestante Signor James Lawrence), che si rivelerà per le giovani,   un fedele compagno di giochi da bambino  e un possibile spasimante da adulto.

Questo non è il primo adattamento cinematografico del romanzo; sono ben sette le versioni di cui la più famosa è quella del 1933, premiato con l’oscar, con Katharine Hepburn che interpreta Jo.

Nel cast troviamo attori, oggi molto noti, qui giovanissimi e alle prime armi come Kirsten Dunst (nei panni di Amy), Claire Danes (Beth), Christian Bale (protagonista dell’ultimo Batman, interpreta Laurie) e infine Winona Rider nella parte di Jo, che per la sua interpretazione ebbe una candidatura agli oscar.
 La sceneggiatrice Robin Swicord, ha introdotto nella storia particolari desunti dalla biografia della Alcott, dando molto spazio ai temi femministi molto cari all’autrice. Del resto il romanzo stesso è, in gran parte, autobiografico. La scrittrice cresciuta con quattro sorelle e un padre filosofo trascendentalista, ha idee molto moderne per l’epoca; le quattro “piccole donne”, protagoniste della sua opera, hanno caratteri forti e ben definiti, sono indipendenti e libere, figure  ben diverse dalle signorine delicate e stereotipate dell’epoca.
Il personaggio che più di tutte è anticonformista è Jo (in cui forse la Alcott si identifica), ragazza dal carattere ribelle,  che desidera fare la scrittrice   e vivere senza un uomo ; anche se alla fine troverà l’amore manterrà i suoi ideali di libertà e autonomia.
Pellicola da vedere , specialmente durante le feste; molte, infatti, sono le scene ambientate nel periodo natalizio, con suggestivi paesaggi innevati.
Rappresentazione attuale e fedele dell’omonimo testo; la regista, l’australiana Gillian Armstrong,  ha saputo valorizzare i dialoghi e le scene salienti della trama, facendo un degno omaggio alla scrittrice.
   Per  tutte le bambine che sono diventate “grandi donne”  leggendo il libro della Alcott



















SPECIALE SAN VALENTINO
Un'idea per una visione romantica per tutti i gusti



VIA COL VENTO
“Il” film per eccellenza campione di incassi; una ventata indimenticabile di amore, guerra e frasi memorabili
Per tutti quelli che vogliono vivere alla giornata e  non sanno resistere al fascino della travagliata storia d’amore tra Rhett e Rossella Ohara
Rossella Ohara è una viziata ed egoista ragazza benestante del Sud degli Stati Uniti. Vive spensierata  a Tara, la giovane è corteggiata da molti pretendenti ma lei non ha occhi che per Ashley, un ragazzo d’onore che è fidanzato con la mite e gentile Melania Hamilton.
La ragazza, incurante delle convenzioni sociali,  si dichiara a lui ma viene respinta. Per ripicca  sposa  il fratello di Melania, Carlo anche se non lo ama, poco dopo inizia la guerra di secessione e tutti gli uomini sudisti si arruolano. Carlo Hamilton muore in battaglia rendendo Rossella una vedova felice. Per distrarla dal “finto” lutto la madre decide di mandarla per un periodo a Atlanta. Qui rivede il generale Rhett Butler, un arricchito scaltro e dalla dubbia fama che aveva già conosciuto a una festa. Rhett proverà in tutti i modi a conquistare Rossella ed a farle scordare la sua ossessione per Ashley ma non sarà facile. Solo dopo la povertà patita nel dopoguerra,  un altro  finto matrimonio di convenienza e un lutto  la cocciuta Rossella si renderà conto dei sentimenti che prova per Rhett.
Film del 1939  diretto da Victor Fleming e distribuito dalla Metro Goldwing Mayer vincitore di ben 10 oscar tra cui quello di miglior film.
Il produttore, David O’ Selzinck, ebbe l’idea di trarre la sceneggiatura dal popolare romanzo di Margareth  Mitchell.
La lavorazione fu faticosa e meticolosa. Era l’epoca d’oro di Hollywood in cui il divismo e l’esagerazione erano all’ordine del giorno. Selzinck  voleva  fare un’opera che raccontasse un importante periodo storico americano e al tempo stesso, una grandiosa storia d’amore; per realizzare questo ambizioso progetto  impiegò circa due anni. Furono allestiti 90 set  e impiegate più di 2400 comparse con una  grande attenzione ai particolari e una  carenza di tagli di scene.  Il risultato è un polpettone di ben 222 minuti, un record anche per  un’epoca in cui la cinematografia era prolissa.
La prima proiezione di “Gone with the Wind” avvenne ad Atlanta nel 1939, riscosse un grande successo in tutto il mondo ed è stato campione assoluto di incassi in dollari fino al 1970.
Nel cast  celebre è l’interpretazione di Clark Gable. E’  unico e inimitabile Il fascino ,l’arroganza e i l cinismo tagliente del suo personaggio: Rhett Butler.
L’attrice Vivien Leight è  Rossella Ohara (la parte , in un primo momento, doveva essere assegnata a  Bette Davis). Una figura complessa; la protagonista dell’intera vicenda che con la sua cocciuta testardaggine e la sua forza impetuosa elargisce perle di saggezze tra un matrimonio finito e l’altro.
Non si può non citare la Mami, interpretata da Hattie MacDaniel che, grazie a questa parte, è stata la prima attrice di colore a ottenere un oscar. La divertente e severa tata extra-large dai marcati lineamenti negroidi e dalla voce maschile riveste un ruolo importante;  è la fedele serva della ribelle Rossella  ed è   l’unica che riesce a tenerle testa. Con la sua goffaggine e i suoi modi diretti è un personaggio quasi comico che alleggerisce la visione della pellicola.



La "love story" tra Rhett e Rosella è sicuramente la più famosa e di successo del modo cinematografico così come  le frasi  diventate dei veri e propri tormentoni come: il “domani è un altro giorno” di Rossella o il “francamente me ne infischio” di Rhett.




Il motivo principale della colonna sonora  è stato scritto da Max Steiner. Una musica che non passa inosservata durante la visione e rimane impressa nella mente dello spettatore.




Sullo sfondo della guerra di Secessione  la tormentata storia d’amore tra Rhett e Rossella;  una coppia infelice divisa tra amore e odio che si avvicina e si allontana trascinata da un vento di emozioni contrastanti.




Un cult immortale, un travolgente e coinvolgente melodramma raccontato con storia,  cinismo, sentimento e saggezza.










PRETTY WOMAN 


Consigliato a tutte  le "pretty woman" e le inguaribili romantiche che hanno nostalgia del fascino del "giovane" Richard Gere!

Edward, un potente uomo d'affari, dedito solo al lavoro, conosce  a Hollywood una prostituta  di nome
Vivian e la ingaggia per una settimana  per  spacciarla come sua compagna nell'alta società. L'uomo le insegna le buone maniere e cerca di trasformare  l'acerba e volgare ragazza in una bellissima e sofisticata signora. Vivian, però, si innamorerà di lui e farà riscoprire a Edward l'importanza dei sentimenti.
Film cult degli anni 90 che ha consacrato la fama di  Julia Roberts e Richard Gere, qui agli esordi.
La scena in cui Vivian, colma di pacchetti,  fa shopping in Rodeo Drive a  ritmo della canzone "oh pretty woman" di Roy Orbison, è diventata talmente famosa  che "pretty woman" è diventa una parola usata nel linguaggio comune per indicare una persona  amante dello shopping.
Nella colonna sonora ci sono anche altre canzoni conosciute e degne di nota come, per esempio, "It must have been love" dei Roxette e "Wild Women do" di Natalie Cole.
Il film ha avuto, indubbiamente, un grande successo anche se il cuore della trama non è per niente originale: il regista ha voluto rappresentare una sorta di cenerentola moderna. La storia ha un finale un po' scontato ma la simpatia e la goffaggine del personaggio interpretato da Julia Roberts e il fascino di Richard Gere  salvano questa pellicola dalla banalità.








ROMEO  + GIULIETTA
Per tutti  gli amanti "romantic-kitsch"

www.mymovies.it

La più famosa storia d’amore  trasformata in una guerriglia urbana dei giorni nostri
La storia si svolge a Verona  beach; le  due più potenti famiglie della città, Montecchi e Capuleti, sono in lotta tra loro da anni. Le bande dei giovani discendenti appartenenti alle due casate si fanno  una guerra spietata. Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti si innamorano ma l’odio tra le loro famiglie  li porterà alla disperazione.
Trasposizione di Baz Lurman del classico di William Shakespeare: il regista ambienta la vicenda ai giorni nostri trasformando Verona in  una  sorta di Los Angeles italiana. Crea un prodotto nuovo, kitch  e indefinibile: un incrocio tra un western, un  action movie e il genere romantico.
La storia è quella conosciuta dai più ma qui l’azione, la violenza e  l’amore sono amplificati da un ritmo adrenalinico e avvincente  che farebbe rivoltare nella tomba l’autore dell’opera .
Questa è la trasposizione  del capolavoro shakespeariano più conosciute e proiettata negli ultimi anni. Sono una trentina in tutto  le pellicole cinematografiche sugli amanti di Verona di cui la più fedele  è il “Romeo e Giulietta” del 1968 di Zeffirelli.
Romeo è interpretato da Leonardo Di Caprio e Claire Danes veste i panni di Giulietta. Mettere di Caprio nel cast  negli anni 90, quando era stato consacrato da tutte le riviste come idolo delle teenager, è stata una scelta azzeccata che ha contribuito al successo del film.Il sex simbol del momento e la storia d’amore per eccellenza: un coktail perfetto per attirare al cinema migliaia di ragazzine in tutto il mondo con il cuore spezzato.
Un “americanata” kitch, anacronistica, disordinata e ridicola in alcune parti ma la storia d’amore più struggente e combattuta di tutti i tempi riesce sempre e comunque ad emozionare .





TITANIC

Per  gli amanti  che vogliono annegare in un mare di lacrime

Il colossal sulla tragedia navale che inabissò con i suoi incassi e i suoi 11 oscar tutti i concorrenti

ww.movieplayer.it
Il film racconta la storia del Titanic: la  famosa nave da crociera che nel 1912 non concluse la sua prima traversata  e in seguito a uno scontro con un iceberg sprofondò negli abissi. La storia è rappresentata come un flashback in cui ai giorni nostri  la vecchia Rose, sopravvissuta alla tragedia, ricorda  la triste e combattuta storia d’amore nata durante la  breve traversata, tra  lei,  un’aristocratica ribelle  e Jack, un povero e scaltro ragazzo.

 Il Titanic ottenne ben 11 oscar ed  è  il film più visto degli ultimi 15 anni : un cult in cui più o meno tutti ci siamo imbattuti più di una volta.
Gli effetti speciali realizzati a computer sono sofisticati  e realistici: la riproduzione della nave da crociera è fedelissima all’originale. Per fare questo Cameron ha ripreso accuratamente il vero Titanic attraverso un tecnologico sottomarino dotato di telecamere (le immagini originali si vedono all’inizio della proiezione).
L’anno scorso, in occasione del centenario dell’inabissamento del Titanic, è stata proiettata nelle sale una versione 3d del film e  Cameron è sceso lui stesso negli abissi per riprendere il relitto originale e realizzare un documentario.
La travagliata storia tra Jack e Rose ha appassionato tutti gli spettatori e la scena più celebre  è quella in cui i due si  baciano sulla prua della nave al ritmo della canzone premio oscar “my heart will go on“ di Celine Dion.
Un colossal campione d’incassi di tre ore, una pellicola che fa vivere allo spettatore  l’esperienza di una crociera sul Titanic, una traversata coinvolgente  piena di amore, disperazione, speranza, dramma.






CHOCOLAT

Per tutti gli amanti golosi

www.mymovies.it
Una dolce commedia  all’avvolgente aroma di cacao

Nel piccolo e bigotto paesino di Lansquenet (Normandia) arriva, in una giornata ventosa, Madame Vianne con la figlia Anouk.Vianne apre una chocolaterie suscitando l’ira  del rigido sindaco e dei suoi seguaci che considerano i dolci  fonte di peccaminosi piaceri. Nonostante  questo la pasticcera, grazie alla sua dote di indovinare il gusto di pralina preferito  dalle persone, riesce ad attirare molti abitanti che, di nascosto, cominciano a frequentare il suo negozio.Un giorno arriva in Paese Roux, uno zingaro giramondo che  porterà amore e guai.

Una pellicola totalmente incentrata sulle molteplici qualità del cioccolato proposto in tutti i più disparati gusti e modi.
Il film non è un granchè ma lo salvano  la presenza dell’affascinante e misterioso Johnny Depp (Roux) e  Juliette Binoche nei panni di una pasticcera atipica che riesce con i suoi  appetitosi dolci a stregare e attirare le persone.
Una dolce commedia all’avvolgente e caldo aroma di cacao con un pizzico di ironia, un cucchiaio di immoralità e una spolverata d’amore.

LILLI E IL VAGABONDO
Per tutti i più piccoli che sognano l’amore
www.mymovies.it
Una dolce storia d’amore canina che supera i pregiudizi classisti
Lilli, un cocker spaniel altezzosa dei quartieri alti incontra Biagio, un bastardino randagio amante della libertà.  I  due, dopo varie peripezie, finiscono per innamorarsi.
Il film è stato realizzato dalla Disney nel 1955 ed è interessante, per l'epoca, la scelta di realizzare un cartone senza la presenza degli umani  che sono inquadrati solo dalle ginocchia in giù.
La pellicola è tenera e romantica al tempo stesso. La scena in cui Lilli e Biagio dividono teneramente insieme un piatto di spaghetti è  diventata una celebre immagine simbolo degli innamorati.
L’anno scorso è uscita in dvd l’edizione restaurata in cui i colori sono più accesi e le voci di alcuni personaggi sono modificate. Penso che questi restauri invece che migliorare l’opera  la peggiorino:  va preservata la storia e l’originalità che contraddistingue i primi capolavori disneyani come questo che hanno accompagnato la nostra infanzia.
A far da sfondo alla storia dei protagonisti  vi sono una serie di buffi personaggi appartenenti al  genere canino  come i vicini di Lilli: Whisky, un  suscettibile west hiland terrier nero  e  Fido, un vecchio e buffo cane da caccia che ha perso l’odorato.
Un divertente ritratto del miglior amico dell’uomo,  di tutti i tipi e  di tutti i ceti.  La pellicola dà anche uno spunto di riflessione su quanto possano, a volte,  essere insensibili e cattive le persone che non riescono a vedere l’affetto che i  loro fedeli compagni pelosi vogliono trasmettergli .
Una dolce storia d’amore che supera i pregiudizi classisti. Una ricca proletaria cagnolina di razza  con una luccicante piastrina al collo si innamora del povero e pulcioso randagio senza padrone. Una pellicola “dedicata ai cani di tutto il mondo”(come dice la voce fuori campo all’inizio del film), una fiaba della buonanotte canina   indimenticabile perché “non esiste regalo più bello  che lo scodinzolio di un cane”.
www.mymovies.it
LE PAGINE DELLA NOSTRA VITA
Per tutti gli amanti che sognano di  invecchiare insieme
Un diario sdolcinato della vita appassionata di due innamorati
Allie è una donna anziana affetta dal morbo di alzheimer, suo marito Noha, pur non essendo malato,si fa ricoverare nel pensionato  dove è in cura la moglie per starle vicino e tenta di farle ritornare la memoria raccontandole la loro travagliata storia d’amore.
La storia è tratta dal romanzo omonimo di Nicholas Sparks.
Il film è commuovente e sentimentale, forse anche troppo: per riuscire ad apprezzare questa pellicola bisogna essere degli inguaribili romantici.
Il racconto di una coppia che ha saputo vincere con il suo amore tutte le difficoltà.
Il diario sdolcinato della vita appassionata di due innamorati, di due anime gemelle, di una relazione tenera e travolgente  che non si scalfisce con il passare del tempo.
La storia d’amore perfetta:vivere un’esistenza intera insieme, arrivare alla vecchia, riuscire ancora a guardare con tenerezza e emozione il volto rugoso e stanco  della persona amata pronti ad affrontare uniti l’ultimo eterno viaggio.


HARRY TI PRESENTO SALLY

 Per tutti quelli che hanno un amico di sesso opposto
www.film.it
Tutte le sfumature del difficile rapporto di amicizia tra uomo e donna     
Harry e Sally si conoscono durante un viaggio in macchina da Boston a New york; i due  proprio non si sopportano e  raggiunta la meta, le loro strade si dividono. Nell’arco di 10 anni si incontrano casualmente più volte fino a quando decidono di diventare amici.  Mantenere un disinteressato e innocente rapporto di amicizia si rivelerà,però, più difficile del previsto.
Commedia del 1989 di Rob Reiner.I protagonisti sono Billy Crystal nei panni del sarcastico e irritante Harry mentre una giovane Meg Ryan interpreta l’esuberante e sorridente Sally.
Il film è in tipico stile anni 80, i ritmi sono lenti ma il futuro della coppia protagonista incuriosisce e appassiona lo spettatore. Inoltre, simpatici ritornelli di sottofondo e alcune scene ridicole lo rendono divertente.
Pellicola che ha consacrato Meg Ryan come attrice di commedie romantiche grazie  al suo viso ilare e alla sua buffa espressività che la rendono unica.
Tutte le sfumature del difficile rapporto di amicizia tra uomo e donna. L’evoluzione di un affetto sincero tra maschio e  femmina complicato dall’attrazione, dal sesso e dalla solitudine.
I pregi e i difetti del legame sentimentale più insidioso e difficoltoso che ci sia raccontato da due single che si ritrovano circondati da coppie sposate e intrappolati nel triste meccanismo degli incontri programmati.
Un film che ha precorso i tempi di “sex and the city”svelando l’intricato e complesso mondo dei rapporti a due.


CASABLANCA
Per tutti gli amanti che non vogliono farsi mancare un grande classico in bianco e nero


www.mymovies.it

Un cult intramontabile di stile, freddezza e sentimento
Nel 1941  Casablanca in Marocco è un porto  in cui transitano poliziotti francesi, esuli in fuga dai nazisti, spie e avventurieri. Qui Rick Baine gestisce un rinomato bar. Un giorno incontra nel suo locale Ilsa, l’unica donna che lui abbia mai amato e che anni prima l’aveva lasciato a Parigi senza spiegazioni. La donna è in compagnia del marito ricercato dalla polizia nazista., sfuggito ai campi di concentramento tedeschi.
Tra Rick e Ilsa vi è ancora una forte attrazione ma nonostante questo l’uomo decide di aiutare lei e il marito a fuggire in aereo dalla città.
Film immortale del 1942 che vinse 3 oscar (film, regia, sceneggiatura).
L’interpretazione di Humphrey Bogart di Rick Bain è indimenticabile: un uomo tutto d’un pezzo, un  infelice che soffoca i suoi forti sentimenti, un perfetto gentleman rispettoso delle convenzioni sociali. Una figura oggi un po’ retrò ma affascinante, un’ icona di freddezza e virilità.
Ingrid Bergman veste i panni di Ilsa, una donna combattuta che a causa di un perfido scherzo del destino si trova  essere legata a due uomini. Il suo personaggio riservato e misterioso  all’inizio del film, diventa, nella seconda parte,  passionale e irrazionale; non riesce più a nascondere il suo amore per Rick e cede alle sue provocazioni, la conclusione sembra scontata ma il colpo di scena finale spiazza lo spettatore.
Il trench indossato da Humprey Bogart  in questo film è diventato una famoso simbolo di stile.Negli ultimi anni è stato addirittura al centro di una battaglia legale tra  Burberry e i famigliari di Bogart; la famosa casa di moda aveva usato un’immagine di Casablanca in cui Bogart indossa l’impermeabile come testimonial per pubblicizzare  i propri capi ma gli eredi del grande attore hanno replicato che l’uomo vestiva solo Aquascutum.
La pellicola è stata girata durante la guerra e di sottofondo vi è l’intento di promuovere un messaggio antinazista.
Un film pieno di frasi e scene senza tempo, dalla battuta di Rick “hey bambina”  alla sorprendente parte finale. Un cult intramontabile di stile, freddezza e sentimento.



SERENDIPITY

www.mymovies.it
Per tutti gli amanti che credono nel destino

Una commedia sulle fortunate coincidenze della vita

Johnatan e Sara si incontrano a New York durante il frenetico shopping natalizio  e passano insieme una bella serata.Lei scrive su  un vecchio libro che  rivende sulle bancarelle il suo numero di telefono mentre lui segna il proprio recapito su una banconota da cinque dollari e si separano. Dopo dieci anni i due sono andati avanti con la loro vita e stanno per sposarsi ma il destino li farà ritrovare.

Serendipity, la serendipità è un termine che esiste anche nella lingua italiana, è un neologismo: indica la sensazione che si prova quando si scopre una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra.

Il film è romantico e divertente ed  è ambientato nel magico periodo natalizio. Il destino fa da protagonista: tutto è affidato al caso dai due protagonisti interpretati da Kate Beckinsale e John Cusak. A far funzionare questa pellicola sono anche gli strambi e simpatici amici di John e Sara che li aiutano nella loro ossessionante ricerca di indizi.



Una commedia sulle fortunate coincidenze della vita, sul fato che  con i suoi fili invisibili  dirige gli innamorati come marionette l’uno verso l’altro riportando l'equilibrio, almeno per chi ci crede.

COLAZIONE DA TIFFANY


Per tutti gli amanti che vogliono vedere un classico cult di grande stile

 Una classe senza tempo 









www.ebay.it
 Film indimenticabile che ha consacrato Audrey Hepburn a icona di stile e grazia. Holly è la protagonista, una Audrey Hepburn apparentemente svampita e viziata ma che, in realtà, vuole farsi un'altra vita, scappare dalla sua vera identità: quella di Lulamy,  povera ragazza di campagna. Così passa la vita nell'ozio e nel lusso alla ricerca di uomini ricchi e potenti  che possano permetterle di vivere negli agi che lei tanto ama. Holly non è altro che una prostituta d'alto bordo ma la finezza e la sottiglezza con cui questo aspetto della sua vita appare nel film è veramente unico, come solo nella Hollywood di quegli anni sapevano fare. Holly vuole essere libera, non avere legami per non soffrire ma alla fine, dovrà arrendersi all'amore per il vicino, uno scrittore squattrinato che fa il gigolò per una ricca signora per sopravvivere. Tutto di questa pellicola è diventato cult e icona di stile dalla famosa immagine di Audrey con il cappello a tesa larga, i grandi occhiali scuri e il bocchino, all'impermeabile da lei usato nella scena finale. A fare il successo di questo film non sono solo i costumi e la bella sceneggiatura ma sicuramente, la grande Audrey Hepburn. La sua leggiadria nel muoversi, nell'esprimersi, la disinvoltura con cui indossava quegli abiti sono inimitabili.Lei sembrava una ballerina che con leggerezza  danzava in punta di piedi seguendo le note  di "moon river ".



UFFICIALE E GENTILUOMO


Per tutte le single che vogliono consolarsi guardando un affascinante Richard Gere agli esordi


L’intramontabile fascino della divisa


www.comnigsoon.it
Un giovane Richard Gere interpreta Zack Mayo, un ragazzo che decide di arruolarsi in marina per scappare dal padre, un ex ufficiale alcolizzato. Mayo affronta un faticoso corso di addestramento di tredici settimane, qui conosce l’amicizia e l’amore per l’operaia Paula. La storia d’amore  e un Richard Gere agli esordi che mette in mostra il suo fisico da sex simbol  stremato dagli allenamenti, ha fatto, di questo, un film molto amato soprattutto dal pubblico femminile.


E’ un prodotto del 1981 e la stupenda canzone della colonna sonora, “up  where we belong”di Jack Nitzsche, Buffy Sainte- Marie e Will Jenning vinse un oscar.

Questa  pellicola  ha lanciato la moda dei “film in divisa”(si pensi a “Top Gun” o “Codice d’onore”).L’uniforme ha sempre un fascino per le eterne romantiche; perché dà l’idea di uomini forti, protettivi, virili disposti a tutto per difendere quello in cui credono.

In conclusione, un bel film per signore senza troppe pretese e un po’ scontato che ha lanciato il successo di Richard Gere come “attore gentiluomo”.
 

LILLI E IL VAGABONDO
Per tutti i più piccoli che sognano l’amore
www.mymovies.it
Una dolce storia d’amore canina che supera i pregiudizi classisti
Lilli, un cocker spaniel altezzosa dei quartieri alti incontra Biagio, un bastardino randagio amante della libertà.  I  due, dopo varie peripezie, finiscono per innamorarsi.
Il film è stato realizzato dalla Disney nel 1955 ed è interessante, per l'epoca, la scelta di realizzare un cartone senza la presenza degli umani  che sono inquadrati solo dalle ginocchia in giù.
La pellicola è tenera e romantica al tempo stesso. La scena in cui Lilli e Biagio dividono teneramente insieme un piatto di spaghetti è  diventata una celebre immagine simbolo degli innamorati.
L’anno scorso è uscita in dvd l’edizione restaurata in cui i colori sono più accesi e le voci di alcuni personaggi sono modificate. Penso che questi restauri invece che migliorare l’opera  la peggiorino:  va preservata la storia e l’originalità che contraddistingue i primi capolavori disneyani come questo che hanno accompagnato la nostra infanzia.
A far da sfondo alla storia dei protagonisti  vi sono una serie di buffi personaggi appartenenti al  genere canino  come i vicini di Lilli: Whisky, un  suscettibile west hiland terrier nero  e  Fido, un vecchio e buffo cane da caccia che ha perso l’odorato.
Un divertente ritratto del miglior amico dell’uomo,  di tutti i tipi e  di tutti i ceti.  La pellicola dà anche uno spunto di riflessione su quanto possano, a volte,  essere insensibili e cattive le persone che non riescono a vedere l’affetto che i  loro fedeli compagni pelosi vogliono trasmettergli .
Una dolce storia d’amore che supera i pregiudizi classisti. Una ricca proletaria cagnolina di razza  con una luccicante piastrina al collo si innamora del povero e pulcioso randagio senza padrone. Una pellicola “dedicata ai cani di tutto il mondo”(come dice la voce fuori campo all’inizio del film), una fiaba della buonanotte canina   indimenticabile perché “non esiste regalo più bello  che lo scodinzolio di un cane”.
































S
































SPECIALE FESTA DELLA DONNA
Un omaggio al mondo femminile  

 
MARIE ANTOINETTE 
La storia della regina più famosa e frivola
A tutti quelli a cui piacciono gli sfarzi della vita di corte  e i party
www.mymovies.it

Maria Antonietta d’Austria viene concessa in matrimonio a Luigi XVI ben presto la corte di Francia diventa la sua casa dove annoiata e frustrata dalle mancate attenzioni del marito si perde tra feste e frivolezze eccessive.
Sofia Coppola ha rappresentato la corte di Francia come un susseguirsi di feste, alcool, dolci e bagordie fino alle ore piccole.  La colonna sonora è moderna, allegra e nonostante non sia consona al periodo storico, non stona ma dà un ritmo incalzante e coinvolgente.  Quella di accostare dettagli moderni ad ambientazioni d’epoca ricorda molto regista Baz Lhurman che ha fatto dei suoi” mix temporali” un vero e proprio marchio di fabbrica.
Maria Antonietta viene rappresentata come una bambina viziata e immatura con un velo di  tristezza e infelicità. Un ritratto che probabilmente, secondo le fonti storiche, non si allontana molto dalla realtà.
Il vero punto di forza di questa pellicola sono però i costumi. Oscar del 2006 per l’italiana Milena Canonero. I Vestiti sono sgargianti,con colori fluo, un inno all’ eccesso con una grande cura dei dettagli, cappelli sfarzosi e scarpe con lustrini semplicemente deliziose tanto da far desiderare  alle spettatrici più modaiole  di indossarle dimenticando le ambite "Lobouitin".
Nel cast la protagonista è Kirten Dunst, un bravo Jason Schwarzmann nei panni di Lluigi XVI, sia Argento impersona Madame Du Barry ed  un Jamie Dornan alle prime armi davanti alla camera da presa è l’affascinante Conte di Fersen.

Film frivolo, colorato e spumeggiante.





THE IRON LADY

Un intimo  ritratto  dell’incrollabile Lady di Ferro  divisa  tra  l’affetto per la famiglia e la sua missione  politica

Per tutti quelli che vogliono conoscere la storia di Margareth Tatcher    


www.mymovies.it
 Margareth Tatcher, ormai ottantenne, è affetta da demenza senile che la porta ad avere allucinazioni sul marito, ormai morto da tempo. La donna ripercorre nella sua mente momenti della sua vita. Partendo dalla sua adolescenza rivede il suo matrimonio, i figli, la  carriera politica che l’ha portata a diventare primo ministro e i  difficili giorni precedenti la guerra  delle Falkland.  La scena poi ritorna sull’anziana Margareth che, dopo aver ricordato con nostalgia i momenti vissuti con il marito, si decide ad andare avanti, si libera dei vestiti del defunto e con la sua forza di volontà, allontana anche le allucinazioni per vivere fino in fondo il presente che le resta e non sprecarlo.

Un film del 2011 diretto da Phillida Lyod con una brillante Maryl Streep che per questa parte, ha vinto l’oscar come miglior attrice protagonista ( il terzo).  L’attrice nei panni della Tatcher è resa  irriconoscibile dal trucco; interpreta  sia la fase matura, ricordata nei flashback, durante la sua carica politica, sia  la fase della vecchiaia (mentre Margareth da giovane è  Alexandra Roach).  La talentuosa Meryl Streep da ancora una volta, dopo i suoi successi passati, prova di bravura e  di una camaleontica abilità di immedesimarsi  con energia e freddezza nel personaggio.

La  cinepresa continua a spostarsi tra scene del passato e del presente tramite flashback come se lo spettatore potesse vedere nella mente dell’anziana statista.
I ritmi sono un po’ lenti e la colonna sonora non è delle migliori; troppo soporifera e insignificante.

Una  donna di potere forte e determinata che ha combattuto fino all’ultimo  per i suoi ideali.
La vita   e le inaspettate debolezze della Lady guerriera dall’armatura d’acciaio e il cuore di una  madre e di una moglie. 


















EVA CONTRO EVA


Una commedia dentro la commedia
Per tutte quelle che vogliono vedere un classico sulla sottile e diabolica
rivalità femminile




 Sei oscar veramente meritati per questo film geniale per i dialoghi e la brillante recitazione di Bette Davis. La  traduzione italiana "Eva contro Eva" dell'originale "all about Eve", anche se criticata da alcuni perchè non letterale trovo, invece, che rispecchi a pieno la trama del film. La lotta tra due donne: l'una Margot, famosa attrice di successo al culmine della sua carriera e Eva,  più giovane e carina ragazza che spinta dall'invidia con astuzia e inganno cercherà in tutti i modi non solo di prendere il posto di Margot in teatro ma di sostituirsi completamente a lei anche nella sua vita privata recitando una parte nella parte si fingerà sua devota ammiratrice per poi tradirla alle spalle.
Film pieno  di frasi d'effetto ; diventa difficile distinguere il reale dalla finzione tanto vi è "pathos" nelle attrici, ma il senso è ben chiaro: quando si ha successo e si è felici bisogna sempre guardarsi le spalle da chi ci invidia soprattutto  oggi, quasi ottant'anni dopo, dove di "Eve" pronte a ingannare per prender il posto di qualcun'altro ce ne sono davvero tante!



 







ELIZABETH
Un ritratto accurato della regina più famosa di tutti i tempi                 

www.screenweek.it
Per tutte quelle che  vogliono saperne di più sulla grande monarca inglese  
Il film racconta  la difficile ascesa al trono di Elisabetta Tudor, figlia illegittima di Enrico VIII e Anna Bolena (sposata dal re in segreto in seconde nozze).  Nel 1558 diventa regina d’Inghilterra ma viene ostacolata nel suo periodo di governo da numerosi tentativi di attentato. La  sua avversione al matrimonio( per questo è stata soprannominata “la regina vergine”), il fatto che sia una donna e il suo temperamento duro non sono ben visti a corte e molti nemici tramano contro di lei.
Un film del 1998 che ottenne l’oscar come miglior trucco e in cui Cate Blanchett veste i panni di Elizabeth. L’algida fisionomia dell’attrice australiana si presta bene per la parte, La Blanchett interpreta con grande abilità artistica il difficile personaggio storico.
Una pellicola in costume dai ritmi lenti, un po’ pesante, la prevalenza di scene buie e le musiche anglicane potrebbero conciliare il sonno per i meno motivati.
L’intento del regista pakistano Shekhar Kapur  di  rappresentare la biografia di Elisabetta concentrandosi sull’aspetto privato è però degna di nota. Balli, intrighi di palazzo, tradimenti e decapitazioni sono al centro della scena.
Elisabetta viene dipinta come una fredda donna inglese, un’abile sovrana indipendente che è riuscita a guardarsi le spalle e  a non sottomettersi a nessun uomo.
E’ stato fatto anche un sequel nel 2007:“Elizabeth the golden age”che racconta l’ultima fase della sua vita che ha ottenuto l’oscar per i costumi.
I primi difficili anni di regno di una delle donne più potenti della storia, un ritratto accurato di una regina che ha voluto guidare da sola la sua nazione,  un mattone pieno di sangue,complotti, politica e   amore per l’Inghilterra.



CLEOPATRA
Un colossal storico intramontabile



Per tutte quelle vogliono rivedere una grande Elizabeth Taylor nei panni della regina d’Egitto  

                                                                                                                                                 

 Cleopatra dopo aver avuto un figlio da Cesare, ucciso nel 44 a.c.,  si innamora di Marc Antonio. Ottaviano  (futuro Augusto)sfrutta la relazione tra i due per la sua campagna  contro Antonio.La battaglia navale di Azio(31 a.c.) segna la sconfitta di Marc Antonio e la fine tragica dei due innamorati.
www.screen -cover.net

Un film del 1963 che vinse 4 premi oscar (fotografia, scenografia, costumi, effetti speciali).  Costò alla casa produttrice 44 milioni di dollari di allora portandola sul lastrico.
Fu un’impresa veramente ambiziosa per l’epoca,per il numero impressionante di comparse, per le scenografie e per la durata, decisamente eccessiva, di ben 243 minuti.
L’intento è quello di raccontare  l’intera vicenda storica privata e pubblica della regina d’Egitto.
Elizabeth Taylor veste i panni di Cleopatra. Nessuna avrebbe potuto essere più adatta per la parte  dell’affascinante diva americana dagli occhi viola. Il suo sguardo magnetico,  messo in risalto dal pesante trucco, è diventato un’immagine cult e conosciuta dai più della famosa regina d’Egitto.
Un colossal storico intramontabile, dove non viene tralasciato nessun particolare: amore, battaglia, tradimento e tragedia, una pellicola epica e unica.
La storia dell’affascinante  Cleopatra, una donna sfinge misteriosa, diabolica e passionale.














UNA SPOSA PER DUE
Una divertente commedia  sull’abile astuzia manipolatrice femminile     
Per tutte quelle che vogliono imparare ad addomesticare i propri compagni
Chantal è una ragazza carina che ama essere corteggiata, la madre, Germaine  è una frivola donna francese mentre il padre, John, un freddo e severo Bostoniano. Spinta dal padre a mettere la testa a posto e sposarsi decide di convolare a nozze con il primo ragazzo incontrato a New York, il fotografo Eugenio Wright . Chantal riesce a sposare Eugenio, un reticente scapolo, facendogli credere che la decisione sia sua sfruttando malizia e bellezza.
 La vita coniugale non è come Chantal aveva sempre sognato, Eugenio è testardo e non aiuta la moglie come lei vorrebbe. Germaine  rivela allora alla figlia il segreto del suo matrimonio; un libro per addomesticare i mariti come i cani,   la ragazza, scettica all’inizio,  si deve ricredere accorgendosi che i consigli della madre funzionano.  La preziosa lettura viene però scoperta da Eugenio e l’armonia creatasi viene distrutta, la furba Germaine suggerisce allora a Chantal un altro suo trucco: inventarsi un amante per far ingelosire il marito.
Un film del 1962 con Sandra Dee che interpreta la parte di Chantal.
Una commedia divertente sull’abile astuzia manipolatrice femminile. Ironica e mai volgare, innovativa per un’epoca in cui l’emancipazione era agli albori. Qui,  infatti, sono le donne a reggere le redini della relazione sentimentale mentre gli uomini sono paragonati a fedeli cani.
Il titolo originale è “if  a man answers” cioè “se un uomo risponde”, rappresenta il cuore dell’addestramento: chiamare e se l’uomo risponde, premiarlo come si farebbe con un buon animale da compagnia.
Una pellicola sul potere della furbizia delle donne, la capacità tutta femminile di sfruttare sapientemente il proprio fascino e  i punti deboli del patner a proprio favore.
Uno spassoso manuale di istruzioni per educare mariti indisciplinati,  un film da vedere e rivedere in compagnia di amiche per sorridere di gusto sulle piccole rivincite quotidiane di mogli e compagne sull’universo maschile.





FIORI D’ACCIAIO
Una storia che parla di donne forti che affrontano le difficoltà a testa alta 
Per tutte quelle che vogliono imparare a ridere fra le lacrime

www.filmscoop.it

Il film è ambientato in un piccolo paese della Louisiana , al centro della  scena c’è Shelby, una ragazza giovane e solare malata di diabete,appena sposata e in attesa di un figlio voluto  ardentemente Una  scelta che la madre di Shelby, M’ Linn non approva perché pericolosa per la salute della figlia. Anni dopo il parto le condizioni di Shelby peggiorano, un gruppo di amiche diverse per età e carattere sostengono con amore e lealtà madre e figlia.
Una “drama- commedia” ambientata negli anni 80 con un cast tutto al femminile con attrici del calibro di Shirley MacLain (interpreta la scorbutica ed eccentrica signora Ouiser), Julia Roberts (Shelby) e Sally Fields (M’Linn) che dà prova di grande bravura. M’Linn è forte e determinata,  la donna,  profondamente legata alla figlia da un rapporto conflittuale, con coraggio e fermezza sostiene Shelby fino alla fine.
Una pellicola che parla di donne forti che affrontano le difficoltà a testa alta e si sostengono a vicenda.  Un gruppo di amiche leali unite, anche se molto diverse che riescono,  nei momenti  più tragici, a ridere tra le lacrime.
Emblematica  è la frase detta da M’Linn quando alla fine, parlando dell’incapacità  del marito e del cognato di reagire di fronte al coma di Shelby,  dice che "gli uomini dovrebbero essere d’acciaio e non piegarsi" ma in realtà,   non è così. Questo richiama il titolo, nelle difficoltà le parti sono invertite, sono le donne a “portare i pantaloni”, fiori fragili e al tempo stesso robusti come l’acciaio. 
Un film che rende merito al  mondo femminile e all’amicizia, una storia drammatica raccontata con un’incredibile ironia dolce-amara  che  non lascia spazio alla tristezza perché la vita deve andare avanti nonostante tutto.






 


















3 commenti:

  1. lo actually...il mio preferito di sempre <3 <3 <3
    baci
    S
    http://misssilcrecloset.blogspot.it/2012/11/shopping-tips-sandro-paris-addicted.html

    RispondiElimina
  2. anche l'amore non va in vacanza è bellissimo

    RispondiElimina
  3. si ma... un film decente?

    RispondiElimina

Etichette